close
Intimo

Strumenti di seduzione: reggicalze o autoreggenti?

Strumenti-di-seduzione-reggicalze-o-autoreggenti

C’è chi non ne ha mai indossato un paio e chi le trova assolutamente irresistibili. Sto parlando di un determinato tipo di collant con le quali non tutte le donne sono entrate in confidenza.

Questo a mio parere è un grave errore, perché non esiste niente di più sensuale di un paio di calze autoreggenti o di un reggicalze.

Ma procediamo con ordine. Nel vastissimo panorama di collant che la moda ha messo a nostra disposizione, esistono delle calze che arrivano fin sopra la coscia. Queste ultime, contrariamente a quanto si possa pensare, hanno rappresentato la prima tipologia di collant al mondo.

Fino a pochi decenni fa era di uso comune, soprattutto in Italia, arrotolare di proposito la parte superiore di queste calze per evitare che scendessero, senza utilizzare un reggicalze o una giarrettiera per fermarle.

Sebbene già negli anni ’30 erano state realizzate delle autoreggenti un po’ rozze, che terminavano con un elastico, il quale impediva alle calze di calare giù.

Con il passare degli anni entrambe le tipologie di collant, sia le autoreggenti che i reggicalze, sono state rinnovate. Per quanto riguarda le autoreggenti, sono state fornite di una balza nella parte superiore, rivestita di silicone, che permette ai collant di reggersi da soli, senza l’ausilio di reggicalze o giarrettiere. Mentre per i reggicalze, sono nati dei modelli più discreti e resistenti, comodi da indossare.

Con l’esplosione dei comodi collant, che vengono indossati come un pantalone, fasciando e contenendo gambe e glutei magari abbondanti, l’uso di autoreggenti e simili è andato decisamente in declino e sono poche le donne a preferire questa tipologia di calze.

Secondo il mio parere, sarebbe il caso di fare una rivalutazione. Innanzitutto autoreggenti e reggicalze, fanno letteralmente impazzire qualsiasi uomo, poiché si tratta di un indumento molto sensuale, che mette in risalto la gamba e la rende elegantissima.

Seconda cosa, un bel paio di autoreggenti sono molto più comodi rispetto ad un paio di classici collant, poiché non stringono in vita e non tolgono il fiato. Inoltre non è necessario tirarli su e giù in continuazione ogni volta che si va in bagno, riducendo quindi drasticamente anche il rischio di romperle.

Chi ha delle gambe un po’ pienotte, con un interno coscia cicciottello, potrebbe tranquillamente optare per una calza da reggicalze, la quale ha una fascia elasticizzata ma non molto stretta e priva di silicone, andando ad avvolgere la vostra gamba con delicatezza senza creare quell’effetto rotolino in alto.

Questa scelta, essendo meno pratica, è indicata soprattutto per una serata galante. Chi invece ha delle belle gambe dovrebbe assolutamente provare ad indossare un bel paio di autoreggenti, da portare tranquillamente sotto una gonna senza troppe pretese, purché non sia eccessivamente corta.

La moda ne propone attualmente moltissimi modelli: con riga, a rete, con la balza a contrasto di un altro colore, a fantasia, in microfibra e così via. I vostri compagni ne saranno entusiasti e voi vi renderete conto di indossare non solo un capo sensuale ed estremamente femminile, ma anche molto comodo!

Tags : Moda Collantmoda intimo

Lascia un Commento